ALL’INIZIO, LA MUSICA sembra come un sottofondo, il mormorio del vento proveniente da veli impenetrabili.

000. NULLA SOLAMENTE ESISTE, ED E’ OGNI COSA. Dopo una pausa di silenzio profondamente radicato:

00. NON VI E’ LIMITE. Ancora silenzio, come se le viscere della natura rabbrividissero di immobilità:

0. LA SOMMA DI TUTTO E’ LUCE INFINITA. Poi l’essenza del silenzio si concentra improvvisamente, come focalizzata verso un unico punto:

1. TU SEI CIO’ CHE HAI SCELTO DI PENSARE DI TE STESSO, IMMUNE AD OGNI COSA, POICHE’ NON E’ ALTRO CHE UN PUNTO DI VISTA. Quindi un’onda di luce sgorga con violenza, e rotola avanti con la maestà del tuono:

2. IL NOME TUO, CHE E’ IL TUO VERBO, E’ LA SOSTANZA DELLA TUA VOLONTA’, NEL CUI MODO DI AZIONE COSTITUISCE L’ESISTENZA. POSSIBILITA’. La musica rapidamente sprofonda in un’estasi che si spande in basso, solenne e lenta:

3. CIO’ CHE HAI CREATO E’ LA TUA COMPRENSIONE DEL TUO AMORE. Poi arriva un improvviso movimento di confusione, come se l’armonia fosse spezzata in frammenti innumerevoli; che si scontrano l’un l’altro, e non vi è parola articolata; finchè non esplode un pauroso moto, squilli di tromba maestosa. Ma entro la violenta tempesta sonora, una voce ferma e rigida, ma piena di pace e gentilezza, si leva:

4. LA NECESSITA’ DELL’UNIVERSO E’ LA MISURA DELLA TUA GIUSTEZZA. Ora segue musica marziale, selvaggia e piena di moti infuocati:

5. IL MOVIMENTO DELL’UNIVERSO E’ IL COMPIMENTO DELLA TUA ENERGIA. E tutto questo si mescola con l’eco delle prime voci e con il loro suono, così che tutto l’abisso è riempito di suoni orchestrati in un’unica sinfonia.

6. L’ORDINE DELL’UNIVERSO E’ L’ESPRESSIONE DELLA TUA ESTASI DI BELLEZZA. Ciò scema in una tenera e profonda melodia, come di campanelle vicino ad una cascata; e la voce comincia più acuta:

7. LA SENSIBILITA’ DELL’UNIVERSO E’ IL TRIONFO DELLA TUA IMMAGINAZIONE. Rapidi brividi pervadono l’aria, la perpetua distesa di miriadi di giovani ragazzi e ragazze:

8. LA MUTEVOLEZZA DELL’UNIVERSO E’ LO SPLENDORE DELLA TUA INGENUITA’. E poi ancora ogni suono si raccoglie in uno solo, un infinito e monotono potere impregnante, quale squillo di tromba di un elefante in primavera:

9. LA STABILITA’ DELL’UNIVERSO E’ CAMBIAMENTO, L’ASSICURAZIONE DELLA TUA VERITA’. Infine, ultimo di tutti, l’anima della musica prende la forma della voce pura di una vergine, e canta:

10. LA PERFEZIONE DELL’UNIVERSO E’ LA REALIZZAZIONE DELL’IDEALE DELLA TUA PASSIONE. Allora, nel silenzio seguente, il mio spirito è tanto illuminato dall’approfondimento di queste Gioie Segrete del Maestro, che nuovamente mi perdo e rivivo per un altro pò in Lui.

Di Aleister Crowley

 

No Comment

You can post first response comment.

Leave A Comment

Please enter your name. Please enter an valid email address. Please enter a message.